Expat Working Girl

Expat Working Girl

Molti amici italiani mi chiedono come sia lavorare da expat in Germania in una grande citta`.

In questa rubrica in cui vi parlero´ della mia vita lavorativa internazionale.

Premessa –  expat = ospite

Conoscere e rispettare la cultura che ti accoglie e´ il primo passo per integrarsi.

Ergo:

  • impara la lingua e la cultura locale
  • non dimenticarti chi sei e da dove vieni
  • sii generoso

La lingua e´ il veicolo di una cultura: umorismo, tristezza, arrabbiatura e ilarita´ sono spesso espresse attraverso sottigliezze lessicali. Sviluppare una sensibilita´per la lingua e´il miglior modo per evitare fraintendimenti.

Non dimenticare le tue origini: ogni albero ha bisogna di radici per sviluppare i suoi rami e crescere florido.

Pratica la gentilezza: perche´se fai la capretta, belerai da solo nel bene e nel male.

—-

LAVORARE DA EXPAT

Lot of Italian friends ask me how is living in a big German city as expat.

In this section I will talk to you about  my international working life.

INTROduction – EXPAT = GUEST

Knowing and respecting the culture, who hosts you is the fist step to assimilate in a new city.

Ergo:

  • learn the language
  • don´t forget who you are and where you come from
  • be unselfish

A language is the expression of a culture: sense of humor, sadness, rage and fun are expressed by fine nuances. Developing a feeling for the language is the best way to avoid misunderstandings.

Don´t forget your origins: a tree needs solid roots in order to develop its branches and flourish.

Be a nice person: karma is everything.

 

 

 

 

New York – a new city for the bucket list?

New York – a new city for the bucket list?

 

In the last months blogs, novels and documentaries bring me to New York.

I haven´t ever been there and this city has never been among the fist places in my Bucket List.

Thinking about New york the first things, those pop in my mind are: extreme and contradictory ways of living, great vitality and never-ending opportunities.

Probably in New York I would feel myself like a Lilliputian on the Gulliver´s belly.

 blog: il mio ultimo anno a New York

The first casual meeting with this city was the blog-project: “il mio ultimo anno a  New York”.

The project was created and managed by the versatile  self-made woman Annalisa Menin .

Anna´s adventure started from a little Venetian village and she got herself into the American Dream: Finance, Real Estate and Fashion World. Her American Dream experiences are collected in the book “My last year in New York“.

Buy the book, keep the kleenex box near you and start reading.Real life can be poetic, harsh and amazing!

Annalisa presents herself like the friend, the elder sister and the life coach, that everybody should have: sensitive, straigh-to the point and resolute. A Great Woman!

the novel: City on fire

For the second casual meeting with New York I ahve to thank the Garth Risk Hallberg ´s book: City on Fire.

The fist time I saw this book it was common morning and the girl sitting in from of me in the subway was reading it. The shocking-fucsia and mininalist editing chatch my sleepy eyes. After some months in the book-store I was looking for a thick book for my vacation and the fucsia title stole my eyes and I bought it.

The book starts with the final scene of the plot and kind of parallel feed-back stories counduct the reader along the interpretaion of the events. Don´t throw in the towel before page 50th!

Beyond the engaging plot, this novel gives you the possibility to observe the internal dynamics of a rich and powelful family, the lifestyle in newyork and the social phenomena, those interested the US in the last century.

 

The ARTE´s documentary

The third and most casual contact with New York was an  Arte  s documentary in German language. In USA the “air rights” are regulated and you can sell them.

Googling  a little bit, I discoverd that the even  the Roman Catholic Archdiocese of New York may have interests in this sense.

Arte´s documentaries open you often new worlds!

What about you? Have you ever been in NY? Which activities would you advise?

 


New York – una citta´da visitare?

 

In questi ultimi tempi blog, romanzi e documentari mi portano a New York.

Premetto che non ci sono mai stata e che questa citta´non e´nemmeno mai stata tra i primi posti nella mia Bucket List.

Le prime cose che mi vengono in mente su NY sono: grandi contrasti, incredibile vitalita´ e infinite possibita´.

Credo a NY mi sentirei come una lillupuziana sulla pancia di Gulliver.

Il blog: il mio ultimo anno a New York

Il primo incontro con le avventure di questa citta´ e´avvenuto  mesi fa´grazie al progetto: “il mio ultimo anno a  New York”.  Il progetto e´condotto e ideato dalla poliedrica self-made woman Annalisa Menin .

Anna e´partita da un piccolo paese nel veneziano, e con le sue forze, ha ricoperto incarichi rilevanti nel settore finanziario, nel settore immobilare e nella moda a New York.  La sua avventura nella grande mela e´raccolta nel libro “Il mio ultimo anno New York “.

Comprate il libro, munitevi di fazzoletti  e iniziate a leggere. La vita reale puo´rivelare tratti poetici, brutali e soprendenti!

Annalisa si presenta come l´amica, la sorella maggiore e la consulente motivazionale che ognuno dovrebbe avere: sensibile, diretta e determinata. Una Gran Donna!

Il romanzo: City on fire

Per il secondo incontro con New York devo rinraziare il libro di Garth Risk Hallberg City on Fire.

La prima volta che ho “incontrato” questo libro era una mattina come tante e la mia dirimpettaia in metro lo stava leggendo. Il titolo fucsia fiammeggiante e l´editing esseziale  della versione inglese hanno catturato la mia attenzione e mesi dopo in libreria tra tutti i possibli “mattoni” per le letture vacanziere, me lo ha fatto scegliere. Il libro inizia con un evento nodale, che verra´spiegato con flash-back di storie parellele solo all´apparenza e fino all´ultima pagina si rimane in attesa del capire la chiave di lettura. Non gettate la spugna prima di aver superato le prime 50 pagine!

Trama avvincente  a parte, questo romanzo consente di osservare le dinamiche una famiglia di potere, della vita a New York e di fenomeni sociali che hanno interessato gli USA nello scorso secolo.

il documentario di Arte

Il terzo incontro con New York e´stato forse il piu´casuale: un documentatio su Arte in lingua tedesca. In USA l´altezza dei grattacieli e´regolamentata e se non si sfrutta lo svilippo in altezza di un edificio (“air rights“), lo si puo´vendere.

Ricercando in rete ho scoperto che quest´argomento sembra essere di grande rilievo persino per gli edifici dell´arcidiocisi cattolica di NY.

I documentari di Arte ti aprono proprio la mente!

 

E voi siete gia´stati a New York? Vi e´piaciuta? Che cosa consigliereste di fare?

 

 

 

The February TBR – Cabinet of couriosites about bees

Brewery Bees, Bees Novel, Solitary Bees & Robot Bees

 

The first small thing with great impact on our life, that came up to my mind is the bee.

If you compare the dimension of bees and their Life Span with human beings,  the impact of their activities is quite impressive.

Looking for interest facts for this little “cabinet of curiosities” about bees, I found out they can:

Futhermore in case you would like to watch the first 21 days of a bee´s life, I advise you this  video  based on a  National  Geographic  project and presented at aTED Talk in 2015.

In case you are interested in biodiversity and bees, the National Biodiversity Data Centre could be a good source for diving into these themes. Please enjoy!

The daily routine often bring us to concentrate us on BIG News, BIG  goals and BIG achievements and not to enjoy about the little successes and the travel to get them.

Sometimes I wake up and in my mind  I see something like this:

Pretty crowded, right?!

We often forget is that these BIG pictures are the result of little puzzle pieces, those are ordered by chance or by ourselves.

In my opinion nobody reach his/her goals just waiting for them passively.                            Apparently even winning the lottery requires a strategy (?)!

Keep woorking busy like a  bee on each own single dreams and don´t loose the long term goal! Maybe at the moment  you are not be able to see the connections among your “star-dreams”, but  that moment will come. Keep fighting!

One of my goals this year will be to remember to focous on small actions and try to connect them in order to achieve  the BIG result . My Mantra will be:

“LET´S BITE THE ELEPHANT ONE BITE AT A TIME”

 

What about you? Do you also have such a mantra?

————————

API DA BIRRA, DA ROMANZI, API SOLITARIE & API Robot

Tra le prime piccole cose con grande impatto nella nostra vista mi viene in mente le api.

Comparando le dimensioni e l´aspettativa di vita delle api con quelle degli esseri umani,                l´impatto che le api hanno sulle nostre vite e´decisamente notevole!

Ricercando notizie sfiziose per questa piccola “Wunderkammer” ho scoperto che le api possono:

In oltre se volessi osservare da vicino i primi 21 giorni di un´ape ti consiglio questo video basato su su un progetto di National  Geographic  e presesentato ad un TED Talk nel 2015.

Nel caso in cui ti interessassero temi come biodiversita´ e il mondo delle api, il  National Biodiversity Data Centre potrebbe essere una buona fonte per approfondire questi temi. Buona lettura!

Il tram-tram quotidiano ci porta spesso a concentrarci su GRANDI notizie, GRANDI obiettivi e GRANDI traguardi, dimenticandoci di godere per i PICCOLI successi e dei viaggi per raggiungerli.

A volte mi sveglio nella mia testa passa un´immagine simile a questa:

 

Bel casino, eh?!

Spesso dimentichiamo che queste GRANDI immagini, sono il risultato di tanti piccoli pezzi di puzzle ordinati da noi o dal caso.

Non credo si raggiungano obiettivi con passita´. Apparentemente pure per vincere la lotteria seve una strategia (?)!

Lavorare duro come una piccola ape per ogni piccolo pezzo di sogno e non perdere di vista il traguardo! Forse ora le connessioni tra i piccoli traguardi non sono ancora definiti ma arrivera´il punto in cui lo saranno. Continua a lottare!

Uno dei miei propositi die quest´anno e´focalizzarmi sulle piccole azioni e cercare di trovare le connessioni per raggiungere un GRANDE risultato. Il mio motto sara´:

 

“MANGIA UN ELEFANTE UN PEZZO ALLA VOLTA”

 

Avete anche voi un simile mantra?

German bureaucracy for Italians – Informazioni burocratiche per italiani in Germania

Kit Burocratico di sopravvivenza per italiani in Germania

In questa pagina ho raccolto contenuti burocratici tradotti per italiani residenti in Germania, italiani che si vogliano trasferire in terra di Kartoffeln e per simpatizzanti interessati alle trafile burocratiche in Germania (anche se, vi avviso, una sera con Piero Angela sarebbe piu´ edificate).

Nel caso abbiate contenuti piu´ attuali o complementari emessi da istituzioni o specialisti di settore, segnalatemeli pure e aggiornero´ l´articolo.

Cordialmente,

Sere Bell

“Avvertenze per turisti”

Pubblicato dal Consolato di Monaco di Baviera (Edizione 04.2016)

 

  • “I primi passi in Germania” – guida di base per orientarsi nel sistema amministrativo e sociale tedesco

Pubblicato da Com.It.Es. Colonia, Com.It.Es. Dortmund, Com.It.Es. Friburgo, Com.It.Es.Hannover,Com.It.Es. Stoccarda ( Edizione 2015):

  • “I primi passi a Monaco di Baviera – guida di base per orientarsi a Monaco di Baviera

Pubblicato dal Com.It.Es.di Monaco di Baviera (Edizione 08.2013)

  • Pagine gialle italiane a Monaco di Baviera – Una selezione rappresentativa delle attività sociali, culturali, professionali, economiche degli italiani e per gli italiani in Baviera

(Status: 20.01.2018)

  • Lo Sharing a Monaco di Baviera

Sharing Life a Monaco di Baviera

  • “La sicurezza sociale in Germania” – guida di base per orientarsi nel sistema assistenziale e sociale tedesco

Pubblicato dal Bundesministerium für Arbeit und Soziales Referat Information, Publikation, Redaktion 53107 Bonn (Edizione 01.2012)

  • Hartz IV o ALG II (con la speranza di non averne mai bisogno)

Pubblicato dall´ AMBASCIATA D’ITALIA Berlino Ufficio Emigrazione ed Affari Sociali (Edizione 08.2013)

  • Riconoscimento corsi di studio

Pubblicato dall´ AMBASCIATA D’ITALIA Berlino Ufficio Emigrazione ed Affari Sociali (Edizione 08.2013)

  • Aprire un´impresa in Germania: aspetti legali finanziari

Pubblicato dalla Camera di Commercio di Monaco di Baviera (Edizione 03.2007)

Imposte ecclesiali (Kirchensteuer)

Pubblicato dal Com.It.Es. Monaco di Baviera (Edizione 01.2018)

  • Stato civile: certificazioni, trascrizioni, matrimoni, unioni civili, convivenze di fatto, divorzio, adozione e cambio di nome

Pubblicato dal Com.It.Es. Monaco di Baviera (Status: 20.01.2018)

  • Link utili: associazioni, istituzioni, stampa per italiani in Germania e all´estero

http://comites-dortmund.de/links/

 

SB – TBR 2018 – Intro

My monthly TBR of crazy things to dive into in 2018

I am an omnivorous curious and I´d like to broaden my knowledge and share it with you.

Reading international contents in their original language, living in a multi-ethnic city as expat, surfing around throught some interesting blogs and keeping my eyes opened and my ears tuned, I often stumble upon interesting news (genre: geek, books, DIY, Science, Art, Entertainment, funny things).

I would like to share with you my monthly findings and let me suggest your WOWs!

The First List will be published on Thursday, the 1st of February!

Hear you soon!!!

Sere Bell

“Life’s a journey to be experienced not a problem to be solved”

Søren Aabye Kierkegaard

————–

La lista mensile di pazzesche notizie da approfondire nel 2018

Sono una persona onnivora di Sapere che vorrei ampliare e condividere.

Leggendo vari testi internazionali in lingua originale, vivendo da straniera in una citta´ multietnica, sbirciando in internet e tenendo occhi e orecchi ben aperti, spesso mi imbatto in notizie curiose (geek, libri, arte, spettacolo, fai-da-te e cose divertenti)

Vorrei condividere con voi questa lista mensile e farmi consigliare dai vostri WOW!

La prima lista degli WOW 2018 verra´ pubblicata giovedi´ 1 febbraio!

A prestoooo!!!

Sere Bell

“La vita e´ un viaggio da vivere, non un problema da risolvere”

Søren Aabye Kierkegaard

Thanks!

The Pursuit of my Happyness

Thanks!

Tomorrow I will turn 31 and I am on the run for the “pursuit of my happyness”..something like in the film with Will Smith.

In this occasion I would like to thank WHO:

  • is running with me,
  • put a spoke in my wheel,
  • get out of my life-way.

Without you, your support, the received troubles and for your silence..maybe I would have become complacent and I wouldn´t be Serena (this  a wordplay..in Italian my name means “peaceful”).

 Paulo Cohelo describes this run in just five words:

 

“… Dreams do take hard work …” P. Coehlo – By the River Piedra I Sat Down and Wept

If I could complete this sentence I would say ” … Dreams do take hard work, concetration and elicitation …” since you need to stay focussed and be able to gather properly information from key people.

For my future I hope to keep going on improving myself and I hope you will keep going on to spur me. I know, I can be tough but I am not mean. 🙂

——————–

La ricerca della mia felicita´

Grazie!

Domani compiero´ 31 anni e sono in piena corsa per la mia “ricerca della felicita´” ..un po´ come nel  film di Muccino.

Vorrei ringraziare di cuore CHI:

  • mi sta accompagnando in questo viaggio,
  • mi ha messo i bastoni fra le ruote,
  • e´stato perso per strada della vita per le ragioni piu´ diverse.

Senza di voi, il vostro sostengno, il vostro filo da torcere e la vostra assenza..forse mi sarei adagiata e non sarei Serena.

Paulo Coehlo descrive questo concetto in solo quattro parole:

“… I sogni richiedono fatica …” – P. Coelho – Sulla Sponda del Fiume Piedra

Se potessi completare questa frase direi “… I sogni richiedono fatica, concentrazione e intelligenza sociale …” in quanto richiedono focalizzazione e capacita´di raccogliere informazioni rilevanti da “esperti in materia”.

Per il mio futuro spero di continuare a migliorarmi e spero mi continuerete a spronare.

Lo so, posso essere tosta ma non sono malvagia. 🙂

 

Sharing is Caring – Condivisione!

 

Cari amici, in questo post vi parlo di CONDIVISIONE (in inglese “sharing“):

Ieri una consulente ringraziava una partecipante per  la “condivisione” del suo seminario su LinkedIn.

Ho trovato questo ringraziamento estremamente piacevole perche´:

  • non si e´ limitata ad un anonimo “like”;
  • ha usato un termine italiano e non un anglicismo;
  • savendola incontrata e seguendo il Blog di questa professionista e so´che il ringraziamento e´sincero!

BRAVA BEATRICE e grazie per la “condivisione”!

Chi vive in grandi cittá da “estraneo” si é certamente trovato a ricercare medici, commercianti, legali, associazioni sportive o ricreative basandosi su siti commerciali di valutazioni convise dagli utenti.

Altre alternative interessanti sono i mercatini di quartiere e i siti di “vicinato”.

Questi siti sono una buona arma contro l´anonimato, un supporto ottimale per integrarsi e sentirisi “meno stranieri”.

In Italia:

Vicini di casa

http://www.vicinidicasa.co/#/

 

In Germania:

Nebenan

https://nebenan.de/

 

Insomma nella quotidinitá sempre piú frenetica e vituale l´Umanitá continua a cercare forme di aggregazione alternative per sentirisi meno solo e la Tecnologia non rappresenta un vincolo, ma un mezzo!

“… Nessun uomo è un’isola, completo in se stesso; ogni uomo è un pezzo del continente, una parte del tutto.

Se anche solo una zolla venisse lavata via dal mare, l’Europa ne sarebbe diminuita, come se le mancasse un promontorio, come se venisse a mancare una dimora di amici tuoi, o la tua stessa casa.

La morte di qualsiasi uomo mi sminuisce, perché io sono parte dell’umanità. E dunque non chiedere mai per chi suona la campana: suona per te …”

Meditation #17 By John Donne From Devotions upon Emergent Occasions (1623), XVII

SHARING IS CARING (EN)


Dear Friends, in this post I would like to speak about SHARING.

Yesterday a consultant thanked a course-partecipant for “Sharing” (in Italian “condivisione”) her Seminar on LinkedIn.

This appreciation sounded to me really polite because:

  • she didn´t limit herself to “like” the participant´s post;
  • she properly use an Italian term (The Italian language transform English Vocabularies in a really cheeesy way);
  • having met her and following her Blog I know it´s a sincere!

CONGRATULATION BEATRICE and thanks for “sharing”!

New comers in a big city surely looks for doctors, retailers, lawyers, sport clubs and socializing opportunities using commercial websites based on users evaluations.

Other nice alternatives are yard-sales of the neighborhood and “neighbors websites”.

These webistes are nice waepons against the anonymity, a great support to become integrated and feeling yourself less “strangers”.

In Italy:

Vicini di casa

http://www.vicinidicasa.co/#/

 

In Germany:

Nebenan

https://nebenan.de/

 

In conclusion reflecting about these two websites we could see that even our lives are getting every day faster and more virtual, the Humanity still look for alternative aggregation solutions and the technology don´t represent a limit, instead it´s a vehicle!

 

“… No man is an island, entire of itself; every man is a piece of the continent, a part of the main.

If a clod be washed away by the sea, Europe is the less, as well as if a promontory were, as well as if a manor of thy friend’s or of thine own were: any man’s death diminishes me, because I am involved in mankind, and therefore never send to know for whom the bells tolls; it tolls for thee …”

Meditation #17 By John Donne From Devotions upon Emergent Occasions (1623), XVII

 

Un’estate con Coursera: “Excel to MySQL: Analytic Techniques for Business Specialization”

Cari Amici, in questo post vi racconto della specializzazione in Analytic Techniques for Business che sto frequentando. Questi corsi di Coursera sono realizzati da docenti della Duke University in collaborazione con Airbnb.

Questi corsi sono  Mooc (Massive Open Online Course= Corsi Online di Massa) e approfondiscono l’uso di Excel e le basi di Tableau, SQL e tecniche di analisi dati.

Ecco il link della specializzazione:

Excel to MySQL: Analytic Techniques for Business Specialization.

Landing Page di “Excel to MySQL: Analytic Techniques for Business Specialization”

 

Espresso in altri termini quest’estate mi sono immersa tra coralli funzionali e ho raccolto modelli multi-variabili sulla spiaggia dell’analisi dati.

Ammetto che certi dilemmi modellistici hanno causato eritemi mentali.

Ma quando le soluzioni sono scese inaspettate come un pacchetto-soccorso nel deserto arido dei miei pensieri binomiali..il deserto si é trasformato in un´oasi con palme da cocco e io mi sono dissetata e ritemprata!

Caratteristiche della specializzazione

Questa specializzazione è composta di cinque corsi con compitini settimanali e un progetto conclusivo.

A fine corso, in caso di esito positivo, si ottiene un attestato di partecipazione (in forma di PDF e Link) con un risultato finale (media ponderata dei compitini e del progetto finale).

Tutor e Professori

I Prof. sono: David Egger (Executive in Residence and Director, Center for Quantitative Modeling) e Jana Schaich Borg (Assistant Research Professor).

I tutor del corso sono veramente disponibili e rispondono gentilmente alle richieste in bacheca.

Apparentemente per i responsabili del corso non sono necessarie particolari conoscenze pregresse. Io dissento!

Finalmente dopo qualche anno di digiuno matematico-statistico ho lavorato ad applicazioni concrete di quattro esami di statistica e due esami di finanza.

Grazie Sistema Universitario Italiano!

(Spero nel frattempo tu ti sia ri-orientato!!! )

Skills acquisite: Excel avanzato, Tableau, SQL

Oltre a conoscenze tecniche (Excel avanzato, Tableau, SQL) questa specializzazione offre una prospettiva estremamente razionale alla vita quotidiana e fa riflettere sul peso delle parole in una prospettiva relazionale lavorativa (Parola chiave: Elicitation ), e perché no pure privata!

 

Le risorse di conoscenza e crescita di questi MOOC sono veramente illimitate e se aveste consigli non esistate a contattarmi!

“… E il tuo dovere è di migliorarti di stare bene di realizzarti
cerca di essere il meglio che ti riesce per poi darti agli altri …”

Eugenio Finardi – Non Diventare Grande Mai

 

Italia a Monaco di Baviera – CERCASI ?!

Monaco viene definita dai tedeschi come la citta´ piu´ settentrionale d´Italia.

Monaco= Bella Italia?!

Questa descrizione mi fa sempre sorridere e, per analogia, ripenso alle mille Venezie sparse nel mondo accumunate solo dall´esistenza di un sistema di canalizzazione navigabile.

Italia e´ Italia, Venezia e´ Venezia e Monaco e´Monaco.

Ognuna unica e affascinante a modo proprio.

 

Una testata on-line tedesca ha creato una simpatica lista di luoghi in cui ci si sente in Italia. Eccola qui:

München mit Vergnügen

 

Quando si vive da stranieri all´estero spesso si cercano luoghi, sapori e tematiche “familiari”. Ecco la mia lista:

Eventi culturali: Istituto italiano di Cultura – Monaco di Baviera

Libri: Libreria italiana

Pizza: Pizzeria Garbo

Ristorante / Trattoria: Ristorante Nabucco

Comites: Comites – Monaco di Baviera

Gruppo Facebook – Informazioni di servizio: Italiani a Monaco

 

Vivere in terra straniera richiede coraggio, umilta´e senso di adattamento.

Vivere nella propria terra natale richiede coraggio, umilta´e senso di adattamento.

 

Il messaggio trasmesso in Italia e´che tutto all´estero sia migliore e piu´semplice.

Non  e´cosi´.

Credo che l´unico modo per raggiungere un obiettivo in Italia o all´estero sia lottare e questo vale ovunque.

Per ragioni varie oggi si e´piu´mobili e se credete febbrilmente di potervi meglio realizzare altrove fate le valigie e esplorate le vostre possibilita´.

Che aspettate?! Partite!

Mettete in conto il senso di colpa per tutti quei momenti in cui non sarete dai vostri cari, la frustrazione del non potersi muovere familiarmente a livello linguistico e burocratico e la nostalgia di tutto cio´che a un volo di distanza e´considerato “normale”.

Se pero´una volta arrivati in un altro contesto, aprirete le valigie e continuerete a lamentarvi, forse e´il caso di cambiare il vostro approccio alla vita.

 

… Mantieni i tuoi pensieri positivi

Perche’ i tuoi pensieri diventano parole

Mantieni le tue parole positive

Perche’ le tue parole diventano i tuoi comportamenti

Mantieni i tuoi comportamenti positivi

Perche’ i tuoi comportamenti diventano le tue abitudini

Mantieni le tue abitudini positive

Perche’ le tue abitudini diventano i tuoi valori

Mantieni i tuoi valori positivi

Perche’ i tuoi valori diventano il tuo destino …

 

M.K. Gandhi

 

 

SMILE: PRIMAVERA, PROFUMI E DESIGN GENIALI

In questi giorni qui in Baviera si inizia ad assaporare la primavera:

  • i parchi soleggiati vengono progressivamente invasi da un caleidoscopio di colori, profumi e sonorità
  • gli uccelletti amoreggianti si sostituiscono al bib-bib metallico della sveglia delle 7:30
  • la vitalità inonda le vetrine e gli sguardi dei passanti sorridono dietro agli occhiali oscuranti

L’arrivo della primavera è un po’ come il cambio di scena all’opera: inaspettatamente  nel giro di breve tempo lo spettatore si trova a respirare ed interpretare un’ambientazione nuova.

Gli occhi si ambientano lentamente ma cuore e mente subito si catapultano nella nuova realtà.

BENVENUTA PRIMAVERA!

Con una giornata simile e una spruzzatina del fresco, deciso ma non stucchevole FlowerbyKenzo mi sento proprio a un passo dall’estate e dai vestitini colorati e leggeri!

In oltre durante le mie navigazioni quotidiane ho trovato anche il gadget perfetto per la stagione dei pic-nic: il porta vivande per bici ideato dal un designer di Amburgo: Florian Berger. Questo creativo è lo stesso realizzatore delle famose bustine per il tè con le facce di personaggi famosi e della spugna-lavapiatti afro!

BUON SOLE A TUTTI!