Massimizzare il proprio tempo: penna e app

In quest’epoca digitale siamo talmente bombardati di informazioni da ogni angolo, che a volte e’ complesso creare priorita’ e tenere il tempo sotto controllo.

Troppe e-mail, troppi eventi e il tempo sembra sempre non bastare mai.

Che strumenti utlizzate per massimizzare il tempo sul lavoro e nella vostra vita privata?

In quest’articolo vi rivelo i miei piccoli segreti e sarei felice che nei commenti mi svelaste i vostri.

Io creo da sempre liste di tutti i tipi: liste pro e contro o le liste delle priorita’.

Le persone piu’ strutturate lo fanno in autonomia, altri hanno bisogno di vederle in forma grafica.

Il fascino della tradizione

Per chi ama la carta e il rumore della matita o della penna nel mettere nero su bianco idee..tenete sempre un piccolo taccuino con voi!

I piu’ fantasiosi potranno sbizzarrirsi con colori e calligrafie ricercate.

I principali aspetti negativi di questa soluzione sono:

  • la portabilità;
  • la condivisione.

Infatti bisogna avere sempre il taccuino con sè e la condivione richiede di strappare la pagina o comunicare verbalmente il contenuto.

La praticita’ del digitale

Per chi ama avere soluzioni digitali ci sono molteplici strumenti e applicazioni, che permettono di organizzare i proprio pensieri.

I-Pad Pen

Con un’i-Pad Pen si puo’ scrivere sull’i-Pad usando la penna digitale e convertite direttamente i contenuti in formato digitale, in quanto i caratteri verranno riconosciuti.

Questa soluzione e’ ideale per chi preferisce lo scrivere, al digitare sulla tastiera.

Si tratta di una soluzione ibrida e permette di sfruttare gli aspetti positivi della digitalita’ e della manualita’.

Google Keep

In quanto ad applicazioni trovo molto pratico l’utilizzo di google keep per PC o Smart phone.

Quest’app è ideale per creare:

  • liste della spesa;
  • liste dei bagagli per viaggi;
  • post-it “digitali” di idee o cose di uso quotidiano (dimensione delle lenzuola etc.).

Ogni post-it ha un titolo e il contento puó essere organizzato per punti da spuntare o in testo continuo.

Si possono anche creare post condivisi con altri utenti e le liste si aggiornano in tempo reale e le si puó consulare anche ad anni di distanza.

Trello

Quest’app disponibile per PC e Smart phone crea kan-ban digitali i cui i blocchi di attivita’ da svolgere sono tematiche e hanno un’organizzazione temporale.

Questo tipo di tecniche di gestione del lavoro è utilizzata principalmente in ambienti tecnici ed è stata ideata in Giappone, un paese sempre estremamente all’avanguardia in termini di tecnologie e uso delle risorse.

Quest’app è ideale per creare:

  • flussi di attività personali;
  • progetti condivisi.

Chat MS Teams / Yammer / Slack

Creano una sorta di bacheche in cui si possono “seguire” le discussioni a cascata.

Questo è ideale per:

  • limitare e-mail superflue in un un gruppo;
  • avere un ordine cronologico delle informazioni e comprendere l’evoluzione di un argomento;
  • organizzare persone e idee con un ordine cronologico.

MS Notes

Quest’app di Microsoft e’ un’agenda digitale in cui si possono creare capitoli condivisi con altre persone o organizzare le proprie idee.

Quest’app disponibile per PC e Smartphone è l’ideale per:

  • creare protocolli di riunioni da condividere in un gruppo di una conferenza Skype per e-mail o nell’app;
  • creare un’agenda personale di cose fatte o da fare;
  • creare memorandum o collage “incollando” email/immagini rilevanti.

E una volta spuntate le liste e messo da parte i telefoni godetevi la magia di un cielo terso e dell’aria aperta.

Una mente fresca è la migliore prerogativa per pensare e organizzare in modo efficiente!

The February TBR – Cabinet of couriosites about bees

Brewery Bees, Bees Novel, Solitary Bees & Robot Bees

 

The first small thing with great impact on our life, that came up to my mind is the bee.

If you compare the dimension of bees and their Life Span with human beings,  the impact of their activities is quite impressive.

Looking for interest facts for this little “cabinet of curiosities” about bees, I found out they can:

Futhermore in case you would like to watch the first 21 days of a bee´s life, I advise you this  video  based on a  National  Geographic  project and presented at aTED Talk in 2015.

In case you are interested in biodiversity and bees, the National Biodiversity Data Centre could be a good source for diving into these themes. Please enjoy!

The daily routine often bring us to concentrate us on BIG News, BIG  goals and BIG achievements and not to enjoy about the little successes and the travel to get them.

Sometimes I wake up and in my mind  I see something like this:

Pretty crowded, right?!

We often forget is that these BIG pictures are the result of little puzzle pieces, those are ordered by chance or by ourselves.

In my opinion nobody reach his/her goals just waiting for them passively.                            Apparently even winning the lottery requires a strategy (?)!

Keep woorking busy like a  bee on each own single dreams and don´t loose the long term goal! Maybe at the moment  you are not be able to see the connections among your “star-dreams”, but  that moment will come. Keep fighting!

One of my goals this year will be to remember to focous on small actions and try to connect them in order to achieve  the BIG result . My Mantra will be:

“LET´S BITE THE ELEPHANT ONE BITE AT A TIME”

 

What about you? Do you also have such a mantra?

————————

API DA BIRRA, DA ROMANZI, API SOLITARIE & API Robot

Tra le prime piccole cose con grande impatto nella nostra vista mi viene in mente le api.

Comparando le dimensioni e l´aspettativa di vita delle api con quelle degli esseri umani,                l´impatto che le api hanno sulle nostre vite e´decisamente notevole!

Ricercando notizie sfiziose per questa piccola “Wunderkammer” ho scoperto che le api possono:

In oltre se volessi osservare da vicino i primi 21 giorni di un´ape ti consiglio questo video basato su su un progetto di National  Geographic  e presesentato ad un TED Talk nel 2015.

Nel caso in cui ti interessassero temi come biodiversita´ e il mondo delle api, il  National Biodiversity Data Centre potrebbe essere una buona fonte per approfondire questi temi. Buona lettura!

Il tram-tram quotidiano ci porta spesso a concentrarci su GRANDI notizie, GRANDI obiettivi e GRANDI traguardi, dimenticandoci di godere per i PICCOLI successi e dei viaggi per raggiungerli.

A volte mi sveglio nella mia testa passa un´immagine simile a questa:

 

Bel casino, eh?!

Spesso dimentichiamo che queste GRANDI immagini, sono il risultato di tanti piccoli pezzi di puzzle ordinati da noi o dal caso.

Non credo si raggiungano obiettivi con passita´. Apparentemente pure per vincere la lotteria seve una strategia (?)!

Lavorare duro come una piccola ape per ogni piccolo pezzo di sogno e non perdere di vista il traguardo! Forse ora le connessioni tra i piccoli traguardi non sono ancora definiti ma arrivera´il punto in cui lo saranno. Continua a lottare!

Uno dei miei propositi die quest´anno e´focalizzarmi sulle piccole azioni e cercare di trovare le connessioni per raggiungere un GRANDE risultato. Il mio motto sara´:

 

“MANGIA UN ELEFANTE UN PEZZO ALLA VOLTA”

 

Avete anche voi un simile mantra?

Sharing is Caring – Condivisione!

 

Cari amici, in questo post vi parlo di CONDIVISIONE (in inglese “sharing“):

Ieri una consulente ringraziava una partecipante per  la “condivisione” del suo seminario su LinkedIn.

Ho trovato questo ringraziamento estremamente piacevole perche´:

  • non si e´ limitata ad un anonimo “like”;
  • ha usato un termine italiano e non un anglicismo;
  • savendola incontrata e seguendo il Blog di questa professionista e so´che il ringraziamento e´sincero!

BRAVA BEATRICE e grazie per la “condivisione”!

Chi vive in grandi cittá da “estraneo” si é certamente trovato a ricercare medici, commercianti, legali, associazioni sportive o ricreative basandosi su siti commerciali di valutazioni convise dagli utenti.

Altre alternative interessanti sono i mercatini di quartiere e i siti di “vicinato”.

Questi siti sono una buona arma contro l´anonimato, un supporto ottimale per integrarsi e sentirisi “meno stranieri”.

In Italia:

Vicini di casa

http://www.vicinidicasa.co/#/

 

In Germania:

Nebenan

https://nebenan.de/

 

Insomma nella quotidinitá sempre piú frenetica e vituale l´Umanitá continua a cercare forme di aggregazione alternative per sentirisi meno solo e la Tecnologia non rappresenta un vincolo, ma un mezzo!

“… Nessun uomo è un’isola, completo in se stesso; ogni uomo è un pezzo del continente, una parte del tutto.

Se anche solo una zolla venisse lavata via dal mare, l’Europa ne sarebbe diminuita, come se le mancasse un promontorio, come se venisse a mancare una dimora di amici tuoi, o la tua stessa casa.

La morte di qualsiasi uomo mi sminuisce, perché io sono parte dell’umanità. E dunque non chiedere mai per chi suona la campana: suona per te …”

Meditation #17 By John Donne From Devotions upon Emergent Occasions (1623), XVII

SHARING IS CARING (EN)


Dear Friends, in this post I would like to speak about SHARING.

Yesterday a consultant thanked a course-partecipant for “Sharing” (in Italian “condivisione”) her Seminar on LinkedIn.

This appreciation sounded to me really polite because:

  • she didn´t limit herself to “like” the participant´s post;
  • she properly use an Italian term (The Italian language transform English Vocabularies in a really cheeesy way);
  • having met her and following her Blog I know it´s a sincere!

CONGRATULATION BEATRICE and thanks for “sharing”!

New comers in a big city surely looks for doctors, retailers, lawyers, sport clubs and socializing opportunities using commercial websites based on users evaluations.

Other nice alternatives are yard-sales of the neighborhood and “neighbors websites”.

These webistes are nice waepons against the anonymity, a great support to become integrated and feeling yourself less “strangers”.

In Italy:

Vicini di casa

http://www.vicinidicasa.co/#/

 

In Germany:

Nebenan

https://nebenan.de/

 

In conclusion reflecting about these two websites we could see that even our lives are getting every day faster and more virtual, the Humanity still look for alternative aggregation solutions and the technology don´t represent a limit, instead it´s a vehicle!

 

“… No man is an island, entire of itself; every man is a piece of the continent, a part of the main.

If a clod be washed away by the sea, Europe is the less, as well as if a promontory were, as well as if a manor of thy friend’s or of thine own were: any man’s death diminishes me, because I am involved in mankind, and therefore never send to know for whom the bells tolls; it tolls for thee …”

Meditation #17 By John Donne From Devotions upon Emergent Occasions (1623), XVII

 

Un’estate con Coursera: “Excel to MySQL: Analytic Techniques for Business Specialization”

Cari Amici, in questo post vi racconto della specializzazione in Analytic Techniques for Business che sto frequentando. Questi corsi di Coursera sono realizzati da docenti della Duke University in collaborazione con Airbnb.

Questi corsi sono  Mooc (Massive Open Online Course= Corsi Online di Massa) e approfondiscono l’uso di Excel e le basi di Tableau, SQL e tecniche di analisi dati.

Ecco il link della specializzazione:

Excel to MySQL: Analytic Techniques for Business Specialization.

Landing Page di “Excel to MySQL: Analytic Techniques for Business Specialization”

 

Espresso in altri termini quest’estate mi sono immersa tra coralli funzionali e ho raccolto modelli multi-variabili sulla spiaggia dell’analisi dati.

Ammetto che certi dilemmi modellistici hanno causato eritemi mentali.

Ma quando le soluzioni sono scese inaspettate come un pacchetto-soccorso nel deserto arido dei miei pensieri binomiali..il deserto si é trasformato in un´oasi con palme da cocco e io mi sono dissetata e ritemprata!

Caratteristiche della specializzazione

Questa specializzazione è composta di cinque corsi con compitini settimanali e un progetto conclusivo.

A fine corso, in caso di esito positivo, si ottiene un attestato di partecipazione (in forma di PDF e Link) con un risultato finale (media ponderata dei compitini e del progetto finale).

Tutor e Professori

I Prof. sono: David Egger (Executive in Residence and Director, Center for Quantitative Modeling) e Jana Schaich Borg (Assistant Research Professor).

I tutor del corso sono veramente disponibili e rispondono gentilmente alle richieste in bacheca.

Apparentemente per i responsabili del corso non sono necessarie particolari conoscenze pregresse. Io dissento!

Finalmente dopo qualche anno di digiuno matematico-statistico ho lavorato ad applicazioni concrete di quattro esami di statistica e due esami di finanza.

Grazie Sistema Universitario Italiano!

(Spero nel frattempo tu ti sia ri-orientato!!! )

Skills acquisite: Excel avanzato, Tableau, SQL

Oltre a conoscenze tecniche (Excel avanzato, Tableau, SQL) questa specializzazione offre una prospettiva estremamente razionale alla vita quotidiana e fa riflettere sul peso delle parole in una prospettiva relazionale lavorativa (Parola chiave: Elicitation ), e perché no pure privata!

 

Le risorse di conoscenza e crescita di questi MOOC sono veramente illimitate e se aveste consigli non esistate a contattarmi!

“… E il tuo dovere è di migliorarti di stare bene di realizzarti
cerca di essere il meglio che ti riesce per poi darti agli altri …”

Eugenio Finardi – Non Diventare Grande Mai

 

MOOC, STUDIARE OPEN SOURCE

Navigando tra le curiosità della rete mi sono imbattuta in un’isola curiosa: i MOOC!

 

Ho sempre pensato all’opensource come ad uno strumento dedicato a passioni personali: musica, film e informazione sommaria. Tuttavia ultimamente mi sono resa conto che i nuovi sviluppi dell’open source si stanno spostando dal mero download alla condivisione e collaborazione.

Se fino ad ora questo tipo di collaborazioni sono erano limitate al mondo dei plurilinguisti informatici, nonchè maghi della tastiera, questo mondo si sta ora aprendo anche all’istruzione.

Tra le più note piattaforme MOOC, Massive Open Online Courses, ci sono:

Coursera

https://www.coursera.org/

Open Yale

http://oyc.yale.edu/

Udacity

https://www.udacity.com/

E Harvard? Per ora fa capolino ma a breve lancierà la sua piattaforma.

 

E se..foste voi gli educatori Apple ha realizzato iTunes U, uno strumento ad hoc per realizzare corsi:

 

http://www.apple.com/it/education/itunes-u/

Navigate e imparate!

«Nessun uomo è un’isola», John Donne