Il lavoro perfetto

Il lavoro perfetto esiste?

In questi anni provato molti ambienti lavorativi:

  • start-up
  • venture capitalist
  • aziende metalmeccaniche
  • aziende edili
  • biotecnologia
  • piccola-media impresa
  • grande impresa

Durante l´universita´non avevo la minima idea di che tipo di azienda facesse al caso mio e non proveniendo da una famiglia di affermati industriali, ho provato e imparato (il famoso learning by doing). Tra le cose che ho impaprato e´che non necessariamente grande impresa vuol dire stabilita´e pace dei sensi. Magari una piccola azienda con pochi dipendenti ha piu´interesse a mantenersi attiva in un determinato territorio, rispetto ad una multinazionale che ragiona spesso in termini di economicita´.

Se mi guardo indietro ogni esperienza mi ha fatto in qualche modo crescere come persona e sono generalmente convinta che chi si lamenta troppo e non cambia atteggiamento o lavoro abbia qualcosa che non va´. Trascorrere cosi´tanto tempo in un posto che fa´venire lórticaria non fa´bene alla salute.

Ho incontrato colleghi che amavano sviluppare idee con passione e dedizione ealtri lasciarsi trascinare dal tempo e dalle emozioni. Ho conosciuto persone che hanno assunto responsabilita´che non gli spettavano, altri che hanno osservato in silenzio e raccoglievano i frutti. Il mondo e´ bello perche´e´vario ma sta noi delinearci e un´ambiente lavorativo puo´diventare un campo di guerra. Il lavoro piu´appassionante puo´diventare pesante se si hanno i colleghi sbagliati.

Pratichiamo la gentilezza e siamo empatici ma non lasciamoci prendere per il naso!

Proviamo, sbagliamo e fino a quando non ci si sente nel vestito giusto.

Piccola impresa

Nella piccola impresa le vie decisionali sono breve e spesso unidirezionali.

Traduzione: non avrei appuntamenti telefonici con mezzo mondo e probabilmente non avrei molta voce in campo. Non avrai nemmeno molte possibilita´di carriera ma mica tutti vogliono e devono diventare top manager!

Grande impresa

Nella grande impresa le vie decisionali sono spesso complesse, non a caso di parla di “matrix environment”.

Traduzione: se non hai pazienza e non ti piace trattare con persone lascia perdere. Questo tipo di aziende offrono pero´ opportunita´ di crescita e, almeno in Germania, un respiro internazionale. Quindi se si e´curiosi puo´ diventare veramente interessante anche a livello umano.

Settori innovativi: FIn-/Bio-/High-tech

In imprese in settori innovativi si trovano persone un po´idealiste e molto appassionate del loro lavoro. Normalmente sono persone geniali e estremente brillianti.

Traduzione: se non sai parlare il linguaggio dei genietti, imparalo! Altrimenti sei condannato ad estremi mal di pancia e il tuo lavoro richiedera´il doppio di energia. Inoltre se ti piace il lavoro routinario lascia perdere..in questi ambienti sistemi e processi vengono implementati alla velocita´della luce.

Metalmeccanico / ingegneristico /automobilistico

Queste imprese sono imprese di lunga storia e gerarchia: il regno degli ingegneri, meglio se maschi.

Traduzione: se ti affascina la tecnica e sei ingegnere credo sia l´habitat perfetto. Una donna in questi ambienti e´ parecchio rara per la semplice ragione che non molte donne studiano ingegneria. Questo porta alla mancanza di omogeneita´nei comportamenti e nelle decisioni, ma se piace e si trova la propria nicchia perche´no?!

 

Quello che mi piacerebbe provare:

Essere meno sedentaria e piu´flessibile nel mio lavoro.

La possibilita´di lavorare da qualsiasi parte del mondo mi affascina e lo trovo molto pratico!

Non credo che il telelavoro sia solo fantastico per lavorare da luoghi di vacanza, ma se si deve assistere qualcuno (un bambino o un genitore) o non si ha voglia di sedere per ore nei mezzi o in auto..e´semplicemente fantastico!

 

E voi che ne pensate?!

 

Expat Working Girl

Expat Working Girl

Molti amici italiani mi chiedono come sia lavorare da expat in Germania in una grande citta`.

In questa rubrica in cui vi parlero´ della mia vita lavorativa internazionale.

Premessa –  expat = ospite

Conoscere e rispettare la cultura che ti accoglie e´ il primo passo per integrarsi.

Ergo:

  • impara la lingua e la cultura locale
  • non dimenticarti chi sei e da dove vieni
  • sii generoso

La lingua e´ il veicolo di una cultura: umorismo, tristezza, arrabbiatura e ilarita´ sono spesso espresse attraverso sottigliezze lessicali. Sviluppare una sensibilita´per la lingua e´il miglior modo per evitare fraintendimenti.

Non dimenticare le tue origini: ogni albero ha bisogna di radici per sviluppare i suoi rami e crescere florido.

Pratica la gentilezza: perche´se fai la capretta, belerai da solo nel bene e nel male.

—-

LAVORARE DA EXPAT

Lot of Italian friends ask me how is living in a big German city as expat.

In this section I will talk to you about  my international working life.

INTROduction – EXPAT = GUEST

Knowing and respecting the culture, who hosts you is the fist step to assimilate in a new city.

Ergo:

  • learn the language
  • don´t forget who you are and where you come from
  • be unselfish

A language is the expression of a culture: sense of humor, sadness, rage and fun are expressed by fine nuances. Developing a feeling for the language is the best way to avoid misunderstandings.

Don´t forget your origins: a tree needs solid roots in order to develop its branches and flourish.

Be a nice person: karma is everything.

 

 

 

 

German bureaucracy for Italians – Informazioni burocratiche per italiani in Germania

Kit Burocratico di sopravvivenza per italiani in Germania

In questa pagina ho raccolto contenuti burocratici tradotti per italiani residenti in Germania, italiani che si vogliano trasferire in terra di Kartoffeln e per simpatizzanti interessati alle trafile burocratiche in Germania (anche se, vi avviso, una sera con Piero Angela sarebbe piu´ edificate).

Nel caso abbiate contenuti piu´ attuali o complementari emessi da istituzioni o specialisti di settore, segnalatemeli pure e aggiornero´ l´articolo.

Cordialmente,

Sere Bell

“Avvertenze per turisti”

Pubblicato dal Consolato di Monaco di Baviera (Edizione 04.2016)

 

  • “I primi passi in Germania” – guida di base per orientarsi nel sistema amministrativo e sociale tedesco

Pubblicato da Com.It.Es. Colonia, Com.It.Es. Dortmund, Com.It.Es. Friburgo, Com.It.Es.Hannover,Com.It.Es. Stoccarda ( Edizione 2015):

  • “I primi passi a Monaco di Baviera – guida di base per orientarsi a Monaco di Baviera

Pubblicato dal Com.It.Es.di Monaco di Baviera (Edizione 08.2013)

  • Pagine gialle italiane a Monaco di Baviera – Una selezione rappresentativa delle attività sociali, culturali, professionali, economiche degli italiani e per gli italiani in Baviera

(Status: 20.01.2018)

  • Lo Sharing a Monaco di Baviera

Sharing Life a Monaco di Baviera

  • “La sicurezza sociale in Germania” – guida di base per orientarsi nel sistema assistenziale e sociale tedesco

Pubblicato dal Bundesministerium für Arbeit und Soziales Referat Information, Publikation, Redaktion 53107 Bonn (Edizione 01.2012)

  • Hartz IV o ALG II (con la speranza di non averne mai bisogno)

Pubblicato dall´ AMBASCIATA D’ITALIA Berlino Ufficio Emigrazione ed Affari Sociali (Edizione 08.2013)

  • Riconoscimento corsi di studio

Pubblicato dall´ AMBASCIATA D’ITALIA Berlino Ufficio Emigrazione ed Affari Sociali (Edizione 08.2013)

  • Aprire un´impresa in Germania: aspetti legali finanziari

Pubblicato dalla Camera di Commercio di Monaco di Baviera (Edizione 03.2007)

Imposte ecclesiali (Kirchensteuer)

Pubblicato dal Com.It.Es. Monaco di Baviera (Edizione 01.2018)

  • Stato civile: certificazioni, trascrizioni, matrimoni, unioni civili, convivenze di fatto, divorzio, adozione e cambio di nome

Pubblicato dal Com.It.Es. Monaco di Baviera (Status: 20.01.2018)

  • Link utili: associazioni, istituzioni, stampa per italiani in Germania e all´estero

http://comites-dortmund.de/links/

 

Sharing is Caring – Condivisione!

 

Cari amici, in questo post vi parlo di CONDIVISIONE (in inglese “sharing“):

Ieri una consulente ringraziava una partecipante per  la “condivisione” del suo seminario su LinkedIn.

Ho trovato questo ringraziamento estremamente piacevole perche´:

  • non si e´ limitata ad un anonimo “like”;
  • ha usato un termine italiano e non un anglicismo;
  • savendola incontrata e seguendo il Blog di questa professionista e so´che il ringraziamento e´sincero!

BRAVA BEATRICE e grazie per la “condivisione”!

Chi vive in grandi cittá da “estraneo” si é certamente trovato a ricercare medici, commercianti, legali, associazioni sportive o ricreative basandosi su siti commerciali di valutazioni convise dagli utenti.

Altre alternative interessanti sono i mercatini di quartiere e i siti di “vicinato”.

Questi siti sono una buona arma contro l´anonimato, un supporto ottimale per integrarsi e sentirisi “meno stranieri”.

In Italia:

Vicini di casa

http://www.vicinidicasa.co/#/

 

In Germania:

Nebenan

https://nebenan.de/

 

Insomma nella quotidinitá sempre piú frenetica e vituale l´Umanitá continua a cercare forme di aggregazione alternative per sentirisi meno solo e la Tecnologia non rappresenta un vincolo, ma un mezzo!

“… Nessun uomo è un’isola, completo in se stesso; ogni uomo è un pezzo del continente, una parte del tutto.

Se anche solo una zolla venisse lavata via dal mare, l’Europa ne sarebbe diminuita, come se le mancasse un promontorio, come se venisse a mancare una dimora di amici tuoi, o la tua stessa casa.

La morte di qualsiasi uomo mi sminuisce, perché io sono parte dell’umanità. E dunque non chiedere mai per chi suona la campana: suona per te …”

Meditation #17 By John Donne From Devotions upon Emergent Occasions (1623), XVII

SHARING IS CARING (EN)


Dear Friends, in this post I would like to speak about SHARING.

Yesterday a consultant thanked a course-partecipant for “Sharing” (in Italian “condivisione”) her Seminar on LinkedIn.

This appreciation sounded to me really polite because:

  • she didn´t limit herself to “like” the participant´s post;
  • she properly use an Italian term (The Italian language transform English Vocabularies in a really cheeesy way);
  • having met her and following her Blog I know it´s a sincere!

CONGRATULATION BEATRICE and thanks for “sharing”!

New comers in a big city surely looks for doctors, retailers, lawyers, sport clubs and socializing opportunities using commercial websites based on users evaluations.

Other nice alternatives are yard-sales of the neighborhood and “neighbors websites”.

These webistes are nice waepons against the anonymity, a great support to become integrated and feeling yourself less “strangers”.

In Italy:

Vicini di casa

http://www.vicinidicasa.co/#/

 

In Germany:

Nebenan

https://nebenan.de/

 

In conclusion reflecting about these two websites we could see that even our lives are getting every day faster and more virtual, the Humanity still look for alternative aggregation solutions and the technology don´t represent a limit, instead it´s a vehicle!

 

“… No man is an island, entire of itself; every man is a piece of the continent, a part of the main.

If a clod be washed away by the sea, Europe is the less, as well as if a promontory were, as well as if a manor of thy friend’s or of thine own were: any man’s death diminishes me, because I am involved in mankind, and therefore never send to know for whom the bells tolls; it tolls for thee …”

Meditation #17 By John Donne From Devotions upon Emergent Occasions (1623), XVII

 

Italia a Monaco di Baviera – CERCASI ?!

Monaco viene definita dai tedeschi come la citta´ piu´ settentrionale d´Italia.

Monaco= Bella Italia?!

Questa descrizione mi fa sempre sorridere e, per analogia, ripenso alle mille Venezie sparse nel mondo accumunate solo dall´esistenza di un sistema di canalizzazione navigabile.

Italia e´ Italia, Venezia e´ Venezia e Monaco e´Monaco.

Ognuna unica e affascinante a modo proprio.

 

Una testata on-line tedesca ha creato una simpatica lista di luoghi in cui ci si sente in Italia. Eccola qui:

München mit Vergnügen

 

Quando si vive da stranieri all´estero spesso si cercano luoghi, sapori e tematiche “familiari”. Ecco la mia lista:

Eventi culturali: Istituto italiano di Cultura – Monaco di Baviera

Libri: Libreria italiana

Pizza: Pizzeria Garbo

Ristorante / Trattoria: Ristorante Nabucco

Comites: Comites – Monaco di Baviera

Gruppo Facebook – Informazioni di servizio: Italiani a Monaco

 

Vivere in terra straniera richiede coraggio, umilta´e senso di adattamento.

Vivere nella propria terra natale richiede coraggio, umilta´e senso di adattamento.

 

Il messaggio trasmesso in Italia e´che tutto all´estero sia migliore e piu´semplice.

Non  e´cosi´.

Credo che l´unico modo per raggiungere un obiettivo in Italia o all´estero sia lottare e questo vale ovunque.

Per ragioni varie oggi si e´piu´mobili e se credete febbrilmente di potervi meglio realizzare altrove fate le valigie e esplorate le vostre possibilita´.

Che aspettate?! Partite!

Mettete in conto il senso di colpa per tutti quei momenti in cui non sarete dai vostri cari, la frustrazione del non potersi muovere familiarmente a livello linguistico e burocratico e la nostalgia di tutto cio´che a un volo di distanza e´considerato “normale”.

Se pero´una volta arrivati in un altro contesto, aprirete le valigie e continuerete a lamentarvi, forse e´il caso di cambiare il vostro approccio alla vita.

 

… Mantieni i tuoi pensieri positivi

Perche’ i tuoi pensieri diventano parole

Mantieni le tue parole positive

Perche’ le tue parole diventano i tuoi comportamenti

Mantieni i tuoi comportamenti positivi

Perche’ i tuoi comportamenti diventano le tue abitudini

Mantieni le tue abitudini positive

Perche’ le tue abitudini diventano i tuoi valori

Mantieni i tuoi valori positivi

Perche’ i tuoi valori diventano il tuo destino …

 

M.K. Gandhi